CML New Finishing
Macchine di verniciatura e tecniche di applicazione
Macchine di verniciatura e tecniche di applicazione
Macchine di verniciatura e tecniche di applicazione

Macchine di verniciatura e tecniche di applicazione

Tecnica di applicazione a rullo

L’utilizzo dei sistemi di applicazione a rullo per la verniciatura delle superfici piane è una tecnologia consolidata ormai da parecchi anni.

I principali vantaggi offerti sono:

  • la totale assenza di emissioni in atmosfera, grazie all’utilizzo di prodotti vernicianti prevalentemente a base acqua (colori e primer) o a base UV (stucchi, vernici di fondo e di finitura)
  • l’assenza di sprechi di prodotto verniciante, in quanto lo stesso viene totalmente messo in ricircolo e la parte che non si applica sui pannelli ritorna nel serbatoio della vernice, per essere in seguito riutilizzata.

La serie ZENITH inoltre comprende una vasta gamma di verniciatrici a rullo, in grado di soddisfare qualsiasi esigenza applicativa su superfici piane.

Tecnica di applicazione a spruzzo in piano

Questo è il campo di applicazione dove più si è espressa negli scorsi anni la sinergia tra CML Finishing e la partecipante ROBERT BUERKLE GmbH.
Le spruzzatrici automatiche, siano esse a movimento reciprocante o rotativo, rappresentano la normale evoluzione delle applicazioni manuali in cabina di spruzzatura, grazie alla loro estrema flessibilità, alla possibilità di applicazione simultanea del prodotto verniciante sia sulla parte superiore che sui bordi del pannello e consentono l’utilizzo di qualsiasi tipologia di vernice, sia essa a base acqua o solvente.

Il sistema di trasporto può essere a tappeto autopulente, con il recupero della vernice in eccesso che non viene applicata sul pezzo, o con carta usa-e-getta.
L’abbattimento del particolato solido contenuto nell’aria di espulsione invece può essere realizzato sia con filtri a secco che con un sistema ad acqua.

Una serie vastissima di accessori quali sono compresi nella tecnica di applicazione a spruzzo piano: circuiti multipli di alimentazione vernice, regolazione motorizzata in altezza delle teste, cambio rapido delle piastre porta pistole con lavaggio esterno alla macchina, cambio rapido dei colori, sistemi di super filtrazione dell’aria etc. etc. Tutti questi sono disponibili per una personalizzazione della macchina, che in questo modo può efficacemente adattarsi alle specifiche esigenze della clientela e al risultato da essa desiderato.

Tra le tecniche di applicazione a spruzzo in piano vi è quella con l’ausilio di Robot ad assi controllati che rappresenta quanto di meglio disponibile sul mercato per quella clientela che è alla ricerca dell’eccellenza nella qualità di applicazione o che opera su una tipologia di prodotti con caratteristiche estetiche e dimensionali particolari.

Il numero di passaggi delle pistole di spruzzatura sul pezzo, o sulle varie zone del pezzo (superficie o bordo), e l’orientamento dei passaggi stessi (longitudinale o trasversale o misto) sono programmabili, consentendo in questo modo di ottenere la qualità di finitura desiderata anche su pezzi particolarmente complicati a causa della loro forma.

Possono completare la gamma delle tecniche di applicazione a spruzzo, a uso esclusivo dell’industria del legno, gli impianti di impregnazione per esempio di travi o elementi di legno lineare che utilizzano una tecnica a pioggia denominata ‘flow-coating’. Il flow-coating lavora a pressioni molto basse e con elevati quantitativi di prodotto applicato, proprio per consentire l’assorbimento da parte del legno dei prodotti di trattamento (fungicidi o altro)

Tecnica di applicazione a spruzzo per elementi appesi:

I sistemi a spruzzo in verticale comprendono due categorie di macchine:

Reciprocatori automatici oscillanti che sostituiscono le applicazioni manuali in cabina di spruzzatura, grazie alla loro alta capacità produttiva e alla possibilità di applicazione simultanea del prodotto verniciante sia sulla parte frontale che sui bordi del manufatto. Questo avviene con l’aiuto di sistemi di applicazione elettrostatici che consentono l’utilizzo di qualsiasi vernice sia essa a base acqua o solvente.

Robot di verniciatura a 6 assi a loro volta sostituiscono le applicazioni manuali in cabina di spruzzatura, consentendo la ripetitività dei movimenti con un alto grado di qualità applicativa.
Grazie alla loro alta precisione permettono l’applicazione simultanea del prodotto verniciante sia sulla parte frontale che sui bordi del manufatto, garantendo peraltro l’utilizzo di qualsiasi vernice, sia essa a base acqua o solvente. I programmi di spruzzatura sono autogenerati su immagini acquisite da un sistema di scansione automatico.

In questo ambito, lo spruzzo di oggetti in verticale, CML Finishing presenta uno dei prodotti in assoluto meglio riusciti della propria linea: Ghost-C. Questo robot, delineato per il cliente che desidera tanto l’eccellenza della qualità di applicazione quanto la possibilità di operare su prodotti che presentano particolari caratteristiche estetiche, qualitative e dimensionali, rappresenta quanto di meglio disponibile sul mercato del settore. Il Ghost-C può lavorare ad inseguimento dei pezzi appesi, grazie a un trasportatore in movimento: in questo modo, quando i pezzi entrano nella cabina di verniciatura (funzione tracking), il robot è in grado di ottimizzare al massimo i tempi di lavorazione.

Nel 2020 viene introdotto il nuovo modello Ghost-X completamente rinnovato nel design e dotato di un software di gestione altamente performante con nuove funzionalità. Ghost-X si configura dunque come una macchina innovativa che ha saputo guadagnarsi una posizione di tutto rilievo sul mercato mondiale della finitura di elementi appesi quali porte, finestre, CLT, elettrodomestico, ETC..

Ghost-X può essere arricchito da una serie vastissima di accessori quali: circuiti multipli di alimentazione vernice, cambio rapido colori, sistemi di alimentazione vernici.

Flow-Coating

Flow-Coating infine è l’elemento che completa la gamma delle tecniche di applicazione a spruzzo in verticale, ad uso esclusivo dell’industria del legno. Infatti, gli impianti di impregnazione di elementi in legno appesi consentono l’impregnazione del legno con un sistema a pioggia che utilizza pressioni molto basse in modo da consentire l’assorbimento da parte del legno dei prodotti di trattamento specifici (fungicidi e coloranti).

Tecnica di applicazione a velo

La velatrice è la prima macchina automatica realizzata per l’applicazione in orizzontale di vernici su superfici piane. Un velo sottile di vernice, dosato attraverso una fessura, viene lasciato cadere per gravità o con una leggera pressione sulla superficie sottostante in movimento. La regolazione del quantitativo avviene attraverso la larghezza della fessura, e la velocità di attraversamento dei pezzi da verniciare.

La serie VEGA, comprende macchine a singola o doppia testa, montate direttamente sul trasporto o su carrelli estraibili.